“Vecchie borgate tornano a popolarsi di nuovi migranti, diruti muri di sostegno risorgono grazie a innovativi progetti di adozione, bambini e genitori lottano insieme per tenere in vita l’ultima scuola della valle, giovani pastori tornano con le greggi su pascoli in abbandono, moderni pellegrini riscoprono antichi tracciati riattivando l’ospitalità di sperduti borghi appenninici.
Dal Piemonte al Veneto, dalla Liguria alla Calabria, le “terre alte” alpine e appenniniche sono al centro di esperienze di ritorno che svelano una nuova idea di montagna: non più luogo perdente, marginale, dimenticato o immolato al godimento turistico urbano, ma realtà vivace, sorprendente, capace di dare senso a nuovi e alternativi progetti di vita.” (*)

Noi intendiamo fare la nostra parte

scrivici per informazioni

 

(*)  Tratto da “La montagna che torna a vivere” a cura di Mauro Varotto – CAI – nuovadimensione, 2013

Tags: , , ,

Leave a Reply