chi siamo

popolo della valle

Siamo delle persone che hanno guardato in su verso nord.
L’arco alpino riserva molte sorprese, alcune valli sono del tutto sconosciute e forse vorremmo che così rimangano. E allora perché non abitarle, viverle.
La nostra Valle Cervo è stretta e ripida, un corridoio di asfalto la percorre nella sua interezza, ogni tanto c’è la possibilità di concedersi un fuori pista, e allora inizia la scoperta vera, quella che ti porta a percorrere mulattiere e sentieri che tessono una ragnatela infinita, da scoprire, da mantenere, da preservare.
Le frazioni in pietra disseminate per la Valle sono il disegno antropico dell’800, poco è mutato; il bosco si è infittito, gli abitanti in gran parte dispersi, molti borghi stanno crollando, le mura di pietra contengono il più possibile, ma i tetti e i tramezzi crollano.
Abbiamo capito che l’acqua, l’aria, la terra, sono beni preziosi, da preservare ed usare con amore e lungimiranza.
Abbiamo voglia di ripercorrere la mulattiere come metafora di nuove relazioni che la montagna, in virtù delle sue ricchezze, può far nascere e consolidare.  Abbiamo bisogno di pensare al futuro senza paura e ci siamo messi a ricostruire, così semplicemente con le noste mani.  Abbiamo recuperato alcuni edifici che stavano crollando, altri in stato di abbandono. E’ un sogno da riabitanti.

In questo blog vogliamo darvi la possibilità di essere accolti in un ambiente montanaro semplice e rustico, ma con molte meraviglie da scoprire ed ascoltare. Cervovolante non è solo il nome di un B&B è modello di vita è spirito di condivisione tra noi con voi.

recuperiamo gli antichi terrazzamenti

recuperiamo gli antichi terrazzamenti